Rally Obedience

Ieri sono stato impegnato a documentare una gara di Rally Obedience a Trieste, organizzata da Laura Ceccolini di Giocadog – Scuola cinofila triestina. Per i non addetti ai lavori  il Rally Obedience, o Rally O’, è una disciplina a tutti gli effetti agonistica che vede il binomio cane-uomo impegnato in un percorso lungo il quale dovrà eseguire degli esercizi indicati da appositi cartelli posizionati lungo il tragitto. Da non confondere con l’Agility, il Rally O’ non è basato sulla velocità ma punta alla pulizia di esecuzione degli esercizi e alla consolidata relazione cane-conduttore.

Nella gara di ieri, valida per il campionato FISC, si sono cimentati 32 binomi provenienti da tutto il Triveneto che hanno sfidato le avverse condizioni meteorologiche. Vento e a tratti pure la pioggia non hanno intaccato lo spirito sportivo dei partecipanti che si sono cimentati nelle categorie L1, L2 e L3 sotto l’attento sguardo della giudice Lara Dossi che ha anche curato i diversi percorsi. La categoria L1 essendo la più numerosa ha impegnato il campo di gara al mattino, nel pomeriggio invece si è dato spazio alle categorie L2 e L3 che hanno visto fronteggiarsi un numero più esiguo di binomi.

Essendo la prima esperienza di Rally O’ per me non posso che testimoniare quanto il legame tra cane e conduttore sia forte e quanto questo legame venga evidenziato in questa disciplina. Vi assicuro che mentre osservavo la scena attraverso il mio obiettivo non potevo evitare di stupirmi ad ogni esercizio. Non sono però stato l’unico a stupirsi. Un paio di concorrenti a quattro zampe infatti hanno deciso di effettuare una piccola deviazione di percorso e venirmi a salutare e a darmi una bella pulita alla lente! Forse volevano assicurarsi di venire bene nella foto.

A breve pubblicherò tutte le immagini di questo evento e i concorrenti potranno scaricarle direttamente dall’area riservata del mio sito.